No.2 No.3 No.1
come-pulire-dischi-in-vinile

6 modi facili ed economici per pulire i dischi in vinile a mano

Pulire i dischi in vinile ti permette di preservare il loro suono per molto tempo. Ma è necessario sapere come pulire i dischi in vinile correttamente o potrebbero danneggiarsi. Non ti preoccupare, è facile pulire i dischi in vinile.

La prima cosa che bisogna sapere sulla pulizia dei dischi in vinile è che la riproduzione di un disco sporco potrebbe danneggiarlo e influenzare la qualità del suono. Ci sono tanti modi per pulire i dischi in vinile, ma non tutti assicurano un risultato perfetto, bisogna essere prudenti.

Anche se non esiste un metodo che metterà a nuovo il vostro vinile, ci sono tanti modi per rimuovere lo sporco e ottenere un suono migliore.

Ecco alcuni suggerimenti su come pulire i dischi in vinile correttamente e una serie di prodotti che possono aiutarvi con la pulizia.

Utilizzare un macchinario specifico per la pulizia dei vinili è il modo migliore per pulire un disco, ma è spesso proibitivo a causa del prezzo elevato. Fortunatamente, ci sono un sacco di modi manuali meno costosi per ottenere un buon risultato e ridurre drasticamente il rumore di sottofondo dei dischi sporchi, senza danneggiarli.

Prima di elencare le soluzioni, bisogna sottolineare le pratiche da evitare categoricamente quando si pulisce un disco in vinile.

Innanzitutto, bisogna evitare l’alcol isopropilico che potrebbe risultare disastroso per il vinile. È vero che è un prodotto che si trova all’interno di molti prodotti per la pulizia dei dischi ma, se da una parte è in grado di pulire lo sporco, dall’altra potrebbe rimuovere anche il rivestimento protettivo del disco. Questo fenomeno si può verificare anche dopo la terza o la quarta pulizia, e una volta che lo strato protettivo è sparito il suono peggiora drasticamente e il disco è rovinato per sempre.

Bisogna poi evitare tutti i prodotti per la pulizia che trovate in cucina (spray, liquidi e simili) che, anziché rimuovere lo sporco, potrebbero attaccare il vinile stesso.

Inoltre, è bene non risciacquare il vinile sotto il rubinetto. Si rischia di danneggiare l’etichetta e inoltre l’acqua del rubinetto contiene un sacco di impurità.

Panno in microfibra

panno-in-microfibra
Prezzo: 10€ circa su Amazon
Se un pennello di buona qualità è fuori dal vostro budget allora date un’occhiata a un panno in microfibra non abrasivo. Questo tipo di tessuto è perfetto per rimuovere la polvere e la sporcizia.

AudioQuest – Spazzola per dischi

audioquest-spazzola-per-dischi
Prezzo: 20€ circa su Amazon
Come alternativa al panno in microfibra, il pennello è utile per due motivi. Per prima cosa, ha una migliore possibilità di entrare nelle scanalature e rimuovere lo sporco che si trova all’interno. Inoltre, grazie al tipo di fibra, è in grado di rimuovere l’elettricità statica che attrae la polvere.

Nagaoka – Buste interne antistatiche

nagaoka-buste-anti-statiche
Prezzo: 30€ circa su Amazon
Perché prevenire è meglio che curare. Un’ottima soluzione per evitare che si accumuli polvere e mantenere bassa la carica elettrostatica.

Super Exstatic

milty-super-exstatic
Prezzo: 40€ circa su Amazon
Un pennello molto facile da usare, può rimuovere la polvere indesiderata e i detriti presenti sul vinile, riducendo inoltre le cariche statiche.

Milty Zerostat 3 – Pistola anti elettricità statica per dischi in vinile

zerostat-3-milty
Prezzo: 60€ circa su Amazon
Questa ‘pistola’ pulisce il disco eliminando l’elettricità statica, un accessorio che non può mancare ad un vero amante dei dischi in vinile.

Disco Antistat Record Cleaner

disco-antistat-record-cleaner
Prezzo: 80€ circa su Amazon
Il migliore. Disco Antistat è un prodotto economico che non deve mancare assolutamente agli appassionati. La pulizia avviene tramite l’utilizzo di una manovella in pochi secondi. I vecchi dischi impolverati torneranno a nuova vita e l’ascolto migliorerà sensibilmente.

SoloScambio è una piattaforma di baratto online che ti permette di scambiare le tue cose direttamente con altre persone!

Commenti

commenti